Isola Capo Rizzuto 26 feb 2014: Presentazione progetto “Orto Sociale della Biodiversità” finanziato con fondi 8x1000 Chiesa Valdese


Il progetto “Orto sociale della biodiversità” è finanziato dalla Tavola Valdese e realizzato da Legambiente Calabria, in collaborazione con il Miur, sui terreni confiscati alla ‘ndrangheta in località Cepa di Isola Capo Rizzuto.

 

L’obiettivo generale del progetto è quello di dare continuità e rafforzare l’intervento di restituzione alla collettività dei beni confiscati alla ‘ndrangheta, valorizzando il contributo di idee offerto dalle scuole di Isola Capo Rizzuto.

 

In particolare il coinvolgimento delle scuole punta a promuovere con azioni pratiche e concrete la cultura della legalità e del rispetto dell’ambiente; vuole inoltre sensibilizzare i giovani studenti alle tematiche legate all’agricoltura biologica, alla biodiversità e alla salvaguardia delle varietà orticole tradizionali favorendo così, anche una sana e corretta alimentazione.

 

Attraverso l’allestimento di spazi sociali e il coinvolgimento diretto degli allievi nella realizzazione e gestione di un orto biologico (un’aula didattica all’aperto dove, in modo concreto, i ragazzi parteciperanno da protagonisti alla produzione di varietà tipiche del territorio che rischiano l’estinzione a causa dell’omologazione delle produzioni agricole sempre più monopolizzate dalle multinazionali del seme) non solo si darà evidenza tangibile al valore sociale del progetto ma, soprattutto, si promuoverà la cultura della legalità e dell’economia legata al territorio.

 

Partners

  • Circolo Legambiente “Ibis” di Crotone
  • Cooperativa sociale Terre Joniche-Libera Terra
  • Istituto comprensivo Gioacchino da Fiore – Isola Capo Rizzuto
  • Istituto comprensivo Karol Wojtyla – Isola Capo Rizzuto
  • Comune di Isola di Capo Rizzuto
  • Libera, associazioni nomi e numeri contro le mafie
  • Istituto di Certificazione Etica e Ambientale (ICEA)

 

Il progetto ha durata biennale, è stato avviato nel mese di novembre 2013 e si concluderà nel mese di ottobre 2014.

 

Sono state coinvolte una terza classe della scuola primaria ed una seconda classe della scuola secondaria per ciascuno degli istituti comprensivi interessati.

 

 

 

Il progetto dell'orto sociale dà continuità ad un percorso di collaborazione tra Legambiente Crotone e Libera che ha permesso di intervenire su un terreno confiscato alla 'ndrangheta nel comune di Isola di Capo Rizzuto. Il Terreno è attualmente gestito da un’Associazione Temporanea di Scopo denominata "Libera Terra Crotone" ed ha come obiettivo la costituzione di una cooperativa sociale per la gestione dei suddetti terreni.

Nel 2011 Legambiente Crotone ha sottoscritto una convenzione con il Comune di Isola di Capo Rizzuto, la Scuola Media Giovanni XXIII di Isola C.R., l’associazione Libera, per la realizzazione di spazi educativi e didattici su uno dei terreni confiscati denominato Cepa.

A seguito della convenzione, il primo progetto realizzato è stato un Giardino delle Farfalle, attraverso fondi della Scuola Media a valere sul “PON Legali al Sud”. Nelle attività, durate un anno, sono stati impegnati due operatori delle associazioni Legambiente e Libera che hanno coordinato gli alunni della scuola media per la ideazione e realizzazione di questo spazio proprio sul terreno della Cepa.

Files

Pubblicato il24 febbraio 2014