Discarica di Scala Coeli, no all’ennesima forzatura sui rifiuti


Un grave rischio per la salute dei cittadini calabresi, un colpo alla filiera del biologico e l’ennesimo insopportabile atto di arroganza nella gestione calabrese dei rifiuti. Tutto questo e altro ancora è la discarica di Scala Coeli, inopinatamente realizzata in barba alle normative e che si vorrebbe attivare nonostante la mancanza delle necessarie autorizzazioni. Legambiente non consentirà che ciò accada, schierandosi al fianco dei cittadini e dei movimenti che si battono contro questo scempio. Così Legambiente Calabria interviene sulla vicenda della discarica per rifiuti speciali non pericolosi, di proprietà della Bieco srl, realizzata in contrada Pipino nel territorio del comune ionico cosentino.

Leggi la nota stampa integrale in formato .pdf

Files

Pubblicato il19 giugno 2013