22 maggio 2015 a Cosenza Piazza dei Bruzi per promuovere la raccolta differenziata ed il progetto “ECOLIFE”


Legambiente Calabria, in occasione della campagna educativa “CircOLIamo” del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, ha preso parte alla manifestazione per sostenere l’iniziativa e promuovere stili di vita ecologici tra i cittadini ed il mondo della scuola che hanno preso parte all’evento allestito in piazza dei Bruzi a Cosenza.

All’interno dello stand Legambiente, i volontari hanno incontrato centinaia di studenti delle scuole cittadine per incentivare la raccolta differenziata e divulgare le azioni della campagna d’informazione e comunicazione del progetto Ecolife (Ecological Lifestyles for CO2 Reduction), nata per promuovere nuovi stili di vita che riducano le emissioni di CO2 nell'atmosfera attraverso semplici azioni quotidiane: dimezzare gli alimenti che finiscono nella spazzatura, bere acqua del rubinetto, ricordarsi la sporta della spesa, aderire a un gruppo d’acquisto solidale, spostarsi di più in bicicletta, non scaldare la casa oltre i 19° gradi. Si tratta di una campagna informativa a lungo termine, espressamente rivolta ai cittadini, che spiega con semplicità lo stretto legame che unisce i comportamenti umani e i mutamenti climatici e suggerisce scelte pratiche per ridurre le emissioni di CO2 senza compromettere la qualità della vita. Proprio a Cosenza, in via Galluppi 72, è presente uno Sportello informativo sul progetto. Maggiori informazioni, anche sul sito dedicato www.ecolifestyles.eu.

Alla conferenza stampa del Consorzio, ha preso parte anche il presidente regionale Legambiente Franco Falcone che ha rimarcato “l’importanza di continuare a promuovere, soprattutto tra i ragazzi, progetti di educazione e sensibilizzazione ambientale per orientare stili di vita sostenibili”.

Legambiente sostiene, infatti, la campagna CircOLIamo, poiché mira a sensibilizzare i cittadini e il sistema industriale del Paese ad una corretta destinazione dei lubrificanti usati. Sono 2.561 le tonnellate di oli lubrificanti usati raccolte nella Regione Calabria nel 2014. Un dato in aumento rispetto alle 1.151 tonnellate raccolte nell’anno precedente. L’olio può essere rigenerato e tornare a nuova vita con le stesse caratteristiche del lubrificante da cui deriva. Se smaltito in maniera inappropriata, invece, l’olio è estremamente dannoso per l’ambiente e per la salute umana.

 

 

 

Pubblicato il22 maggio 2015